Sei qui Home » cs » news

Associazione AaZ

Aide au Zanskar - Aiuto allo Zanskar

Amici in linea 40

Lamdon Model High School



08/10/2013

Birmania
racconti ed immagini di Tina Imbriano

Tutte le News

Prossime attivitÓ - Ó venir

dal 08/10/2013 al 08/10/2013
Regione Italiana: Piemonte
Stato: Italia France RÚgion-
(district): 
CittÓ, Town, CitÚ: Torino
lieu, dove: Circolo dei Lettori - Sala Gioco Via Bogino 9 Torino - martedý 8 ottobre 2013 h. 21,00

"Chiunque andasse in Birmania con quell'unico visto di sette giorni che le autoritÓ di Rangoon concedevano con il contagocce, perchÚ appunto non volevano troppi stranieri a "contaminare l'atmosfera", ne usciva con l'impressione di aver visto un paese ancora intoccato dalle influenze del resto del mondo, un pezzo affascinante di veccia Asia; un paese in cui gli uomini portano ancora il longyi - una sorta di gonna tessuta localmente - e non i pantaloni,in cui anche le donne fumano i cherrot - i verdi, forti sigari arrotolati a mano - e non le Marlboro; un paese dove il buddismo Ŕ ancora una fede viva e le pagode, belle e antiche, sono ancora luoghi di culto vissuti e non musei per le passeggiate dei turisti.
Anche quella Birmania Ŕ ora sul punto di scomparire. Dopo un quarto di secolo di potere incontrastato, Ne Win ha ceduto le redini del paese ad una nuova generazione di militari, che hanno imposto alla Birmania - ribattezzata Myanmar - una dittatura pi¨ sfacciata, pi¨ violenta, pi¨ assassina ma anche pi¨ "moderna" di quella paternalista del passato".

da Birmania, addio! Un indovino mi disse di Tiziano Terzani.

Terzani scrisse questo nel 1993. Sono passati 20 anni da allora.
La "temuta occidentalizzazione/modernizzazione" ha iniziato ad insinuarsi. I generali che sono seguiti a Ne Win non hanno rinunciato a repressioni spietate, arresti di massa, chiusure prolungate dell'universitÓ. Il visto adesso si ottiene per 30 giorni senza grandi difficoltÓ, ma i turisti non sono mai arrivati in massa come in altre parti di Oriente.
Io, dopo esserci stata nel 1996 e nel 1997, sono ritornata con grandi timori nel febbraio 2011, ma, ho ancora trovato tanti uomini in longyi, tante donne che fumavano il cheroot,ho comprato il tŔ insieme a donne Padaung che con i loro lunghi colli facevano la spesa al mercato di Loikaw, ho dormito in una capanna di bambu e mi sono lavata nel fiume nella foresta di Shwesattaw dove un santuario importante richiama molti fedeli e dove i turisti non passeggiano ancora.

Fonte: Aide au Zanskar - Aiuto allo Zanskar
Organizza: -
Invito:a" racconti ed immagini di Tina Imbriano

News Precedente

News Successiva

Elenco generale delle News

Elenco prossime attivitÓ

Nuova pagina 1


Ultime modifiche grafiche: martedý 17 aprile 2012